:: Servizi iscritti

:: Siti utili

:: Snals Livorno

Febbraio
18
Domenica

:: Area riservata

:: Organizzazione

:: Notizie e Documenti

Snals Livorno - Via Pieroni 27, Livorno 0586-887026 Fax. 0586-896909

IL NUOVO NUMERO 0586 958325

Informazioni e documenti

 

12/02/2014
LETTA: LA SCUOLA INIZI A 5 ANNI E FINISCA A 18 (Fonte ANSA)
"Se ciò serve a eliminare la barbarica idea di togliere un anno alle superiori, ben venga". Così il SP Fulvio Corrieri. Ma se, invece, viene Renzi? La proposta rimane la stessa?

 

10/02/2014
PUBBLICATA LA GRADUATORIA PROVVISORIA CONCORSO PRIMARIA
In allegato la graduatoria provvisoria per il Concorso Ordinario della Toscana per la scuola primaria (Docenti). Per il controllo del punteggio telefonare allo 0586 958325 (Anna Rodomonti). Preleva...

 

06/02/2014
14 FEBBRAIO: E' SCIOPERO DEI DIRIGENTI
Dopo le due assemblee regionali insieme a CISL e UIL, lo SNALS conferma l'indizione di sciopero generale dei Dirigenti Scolastici. "Non sarà un buon San Valentino quello che attende il MIUR e il MEF e il governo. Vedere i dirigenti scolastici in sciopero non è roba da tutti i giorni. Sul nostro sito nazionale le ragioni dello sciopero http://www.snals.it/25370_Confermato+lo+sciopero+dei+dirigenti+scolastici.snals, che si riassumono sostanzialmente nel ridare i soldi per la contrattazione integrativa regionale". Così il Vice Segretario regionale Fulvio Corrieri che richiama la dura e determinata posizione dello SNALS e delle altre due sigle sindacali: "tenuto contoche nei confronti dei Dirigenti Scolastici viene perpetrata fin dal 2000 – anno di acquisizione dello status dirigenziale – un’illegittima, discriminatoria e non più tollerabile sperequazione retributiva rispetto ai Dirigenti Amministrativi di seconda fascia, circostanza che rende non sostenibile oltre che provocatoria la ostinata pretesa del MEF di ritenere la condizione “giuridica” della dirigenza scolastica del tutto assimilabile a quella delle restanti amministrazioni pubbliche (salvo il trattamento stipendiale!), senza alcuna considerazione della specifica situazione professionale, dei crescenti carichi di lavoro e delle connesse responsabilità".