:: Servizi iscritti

:: Siti utili

:: Snals Livorno

Febbraio
18
Domenica

:: Area riservata

:: Organizzazione

:: Notizie e Documenti

Snals Livorno - Via Pieroni 27, Livorno 0586-887026 Fax. 0586-896909

IL NUOVO NUMERO 0586 958325

Informazioni e documenti

 

12/12/2010
IL PERSONALE DELLA SCUOLA STA PAGANDO I COSTI DELLA CRISI
e delle finanze che ogni anno mette a punto il Budget dello Stato, a misurare i costi del lavoro per il 2011, amministrazione per amministrazione. Il quasi milione di insegnanti o comunque di operatori che fanno riferimento al ministero dell'Istruzione, dell'università e della ricerca (990.680 anni persona) nel 2011 costerà 39.640 euro ad anno persona, quasi il 30% in meno rispetto ai 55.645 del costo, sempre calcolato alla stessa maniera, indicato nel Budget a carico del Ministero della Salute. Sopra i 50.000 euro stanno i dipendenti del ministero dell'Economia, dello Sviluppo economico, della Giustizia, dell'Ambiente e delle Politiche agricole. Il costo medio per anno persona di uno statale nel 2011 sarà invece pari a 42.511 euro, in lieve diminuzione rispetto ai 42.646 euro del 2010. A pesare soprattutto il calo di unità di lavoro che passano da 1.816.901 dell'anno corrente a 1.721.917 del 2011. Anche in questo caso il numero non coincide sempre con una unica persona al lavoro. In tutto i costi per le retribuzioni nelle amministrazioni centrali dello Stato ammonteranno il prossimo anno a 73,2 miliardi di euro, con un deciso risparmio se si guarda ai 77,4 miliardi indicati nel budget nel 2010 e ai 76, 7 miliardi del 2009.

 

08/12/2010
AZIONI LEGALI PROMOSSE DA SNALS
In allegato, in formato .zip, il testo di due nuove azioni legali promosse dalle Segreterie Provinciali di Livorno, Lucca e Pisa, per il personale precario docente e ATA. In data 16 p.v. all'Isola d'Elba saranno presentate in assemblea. Preleva...

 

08/12/2010
Facebook in crisi? Probabile. Certa è la fine di XP.
Fonte: PC world. Sondaggi tra gli utenti danno Facebook in crisi, soprattutto a causa della scarsa sicurezza in fatto di privacy. Purtroppo, per gli utenti, è certa la fine di XP entro il 2014 e la Microsoft avvisa gli utilizzatori che i guai cominceranno già a partire dal 2012. E per la scuola quali saranno le ripercussioni? Come per i privati, i costi per migrare da XP a Win 7. Non sarebbe l'ora che la Pubblica Amministrazione passasse armi e bagagli sotto i sistemi operativi open source, stile LINUX, magari semplificandone l'interfaccia di utilizzo per l'utente medio? Il dibattito è aperto.