:: Servizi iscritti

:: Siti utili

:: Snals Livorno

Dicembre
13
Mercoledì

:: Area riservata

:: Organizzazione

:: Notizie e Documenti

Snals Livorno - Via Pieroni 27, Livorno 0586-887026 Fax. 0586-896909

IL NUOVO NUMERO 0586 958325

Informazioni e documenti

 

17/10/2012
Art. 3, commi 30 - 48 Legge di stabilità (Finanziaria 2013)
eta di godere di ferie in più rispetto a ciò che hai già maturato con il tuo lavoro! Siamo alla follia istituzionalizzata, con una campagna mediatica che alimenta i pregiudizi contro il personale della scuola. Le 6 ore in più vengono assegnate per coprire gli spezzoni orari senza alcuna retribuzione aggiuntiva. L'orario di lavoro diventa nei fatti di 48 ore! Infatti, se 18 sono attualmente le ore di cattedra, le altre 18 derivano dalla partecipazione alle attività collegiali, alle riunioni di ogni tipo, fino dalla preparazione delle lezioni e alla correzione delle prove, tutte attività quest’ultime che vengono svolte a casa, spesso nei giorni festivi e prefestivi, per colpa assoluta dell'amministrazione e delle amministrazioni locali cui compete l'edificio scolastico, costruito secondo le esigenze dei piani regolatori urbanistici, non certo della didattica. Il che significa che alle 36 ore effettivamente svolte oggi, se ne aggiungerebbero almeno altre 12, se non di più, il che porterebbe l'orario settimanale di lavoro al minimo di 36 + 12 = 48! La categoria deve dare una risposta forte e decisiva. S'immagini cosa accadrebbe se dovesse passare questo scempio. Da Livorno il 24 novembre, non a caso di sabato, per garantire la massima partecipazione alla manifestazione di tutta Italia che si svolgerà a Roma, davanti al Parlamento, lo SNALS parteciperà in maniera massiccia. Non a caso nei giorni in cui il Parlamento potrà modificare il testo. Chi volesse prenotarsi per il viaggio, che sono certo riusciremo a trasformare in una bella occasione di stare insieme per lottare per diritti comuni, visti anche gli altri commi dell'art.3 che riguardano tutti gli ordini di scuola e tutto il personale, ATA compresi, lo faccia subito, prenotando allo 0586 887026 a Cordovani la propria adesione" Così Fulvio Corrieri, SP Snals e Vice Segretario Regionale.

 

16/10/2012
LA FOLLIA GOVERNATIVA
(la vicenda delle 6 ore senza stipendio)"...non c’è dubbio che ci troviamo di fronte al più violento strappo nelle relazioni tra governo e sindacati sulla scuola che si sia verificato in Italia (e forse in Europa Thatcher compresa) nell’intero dopoguerra (Fonte: TUTTOSCUOLA)

 

15/10/2012
FIRENZE: "CONTRO LA FOLLIA GOVERNATIVA AZIONE DIRETTA: SCIOPERO UNITARIO e MANIFESTAZIONE DAVANTI AL PARLAMENTO"
la scuola. "Quando lo SNALS chiama allo sciopero il personale, in un momento economico così difficile per tutti, - commenta il Vice Segretario Regionale e Segretario Provinciale Fulvio Corrieri - significa che la situazione è grave. Non si tratta di uno sciopero generico. Gli obiettivi sono chiari: 1. recuperare gli scatti di anzianità, 2. contro l'innalzamento unilaterale dell'orario di lavoro di tutti gli ordini di scuola senza alcuna contropartita economica, contenuto in un testo nascosto, ancora sconosciuto alle OO.SS., inserito all'ultimo secondo nella legge di stabilità, e per altri obiettivi riguardanti tutto il personale della scuola, come il salva precari, che questo governo non intende ripresentare; il contrasto al disegno di esternalizzare totalmente le pulizie, eliminando i Collaboratori Scolastici; contro l'ipotesi di eliminare un anno delle superiori per portare a 18 anni il termine del secondo ciclo d'istruzione in nome di un europeismo fanciullesco e demagogico. Per questi obiettivi, propositivi e di difesa della scuola, per contrastare il disegno di affossarla definitivamente in nome di una politica economica recessiva, tutte le azioni legittime sono un dovere morale ancor prima che lo strumento per impedire al Parlamento di attuare tali inaccettabili provvedimenti". Dopo la convocazione del Comitato Centrale e del Consiglio Nazionale prevista d'urgenza per la settimana prossima, sia a livello provinciale che regionale saranno attuate iniziative per sensibilizzare la società toscana sulla gravità della situazione. "Da Livorno, come è già accaduto nel 2008, partiranno numerosi partecipanti perchè faremo uno o più pullmann per la manifestazione di Roma. E ci sarà tutta la Provincia a manifestare in piazza".